Nell’Europa dei 27, nel corso del 2008 sono stati vivisezionati 12 milioni di animali (il numero preciso è: 12.001.022). Tutto ciò che vive, si riproduce e ha cuccioli può finire legato, immobilizzato, senza anestesia, sanguinante esternamente e/o internamente su un tavolo di laboratorio: non solo topi, ratti e conigli (circa l’80% del totale) ma cavalli, asini, furetti, cincillà, gerbilli, castori, marmotte, scoiattoli di terra, tassi, foche, lontre, puzzole. Tra gli uccelli, anche le quaglie, i pappagalli e i canarini. E poi gli “animali da fattoria”: mucche, maiali, galline, pecore, capre.
Leggi l’articolo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: